IL TUO CENTRO ESTETICO DEVE ESSERE SOCIAL? ASSOLUTAMENTE SI. A MENO CHE TU NON ABBIA INTENZIONE DI ABBANDONARE TUTTO PER RITIRARTI IN UN EREMO O PER FUGGIRE SU UN’ISOLA DESERTA.

Non sono un social media manager, non sono un influencer e non ho sviluppato nessuna strana  dipendenza dai social network ma, a mio modesto parere, oggi QUALUNQUE TIPO DI AZIENDA per lavorare e crescere NON PUÒ ESIMERSI DAL COMUNICARE ANCHE ATTRAVERSO I SOCIAL.
Se è possibile scegliere di vivere la propria sfera privata senza essere “connessi”, non è altrettanto possibile farlo con la propria attività.
In questo preciso momento storico se c’è una parola capace di descrivere meglio di altre la modalità con cui la maggior parte delle RELAZIONI INTERPERSONALI vengono a crearsi o, più semplicemente vengono portate avanti, quella parola è VIRTUALMENTE.
Grazie ai social network si riallacciano molti dei rapporti indeboliti dalla distanza e dal trascorrere del tempo, si fanno nuove amicizie, si intrattengono conversazioni, si esprimono opinioni sugli argomenti più disparati, si è sempre informati sui principali fatti del giorno, si scoprono eventi/prodotti/tendenze/Paesi vicini e lontani, si fanno acquisti, e diciamo la verità, si mette il naso nella vita degli altri. Per aiutarti a capire la portata del “fenomeno social network”, riporto qui di seguito alcuni interessanti dati emersi dallo studio che l’agenzia internazionale “We Are Social” ha condotto nel 2018 su 239 Paesi del mondo.
IL TREND DEI SOCIAL IN ITALIA
– Su 60.391.000 abitanti, 54.800.000 accedono a Internet ossia più di 9 persone su 10
– 35 milioni di persone trascorrono mediamente 1 ora e 51 minuti del loro tempo sui social
– 31 milioni di persone si collegano tramite dispositivo mobile
– Si naviga su internet per 6 ore al giorno, contro le 3 passate a guardare la tv
– 3 persone su 4 hanno dichiarato di aver acquistato nell’ultimo mese prodotti o servizi on-line
– Gli acquisti fatti on-line sono cresciuti, rispetto all’anno precedente, del 13%
– La piattaforma social più attiva è Youtube (62%), seguita da Facebook (60%) e da Instagram (33%)
– A utilizzare maggiormente Facebook sono le persone di età compresa tra i 25 e i 34 anni
– Mensilmente gli utenti attivi su Facebook sono 34 milioni, su Instagram 16 milioni

IL TREND DEI SOCIAL NEL MONDO
– Nel mondo su 7.716.686.000 abitanti 4.390.000.000 accedono a Internet, ossia più di 5 persone su 10.
– A essere attivi sui social sono 3 miliardi e mezzo di persone, quindi il 45% della popolazione mondiale.
– I Paesi con il numero più alto di utenti attivi su Instagram sono in ordine: Stati Uniti, India, Brasile, Indonesia, Turchia. L’Italia si colloca al decimo posto insieme alla Germania.
Un altro interessante dato riguarda le STORIES: la loro crescita è 15 volte più rapida rispetto alla creazione degli altri contenuti. Il successo di questo formato social nasce dalla possibilità di poter sprigionare, mediante l’utilizzo di filtri – stickers – testi colorati – musica – tag – emoji, la propria creatività. Gli utenti nel realizzare Stories personalizzate si divertono ed esprimono se stessi.
PERCHÉ L’ATTIVITÀ DEL TUO CENTRO ESTETICO DEVE NECESSARIAMENTE “DIVENTARE SOCIAL”?
1.PERCHÉ PUOI RENDERE PIÙ POPOLARE E VISIBILE IL TUO ISTITUTO.
Hai letto con attenzione i dati relativi all’uso dei social network che ho riportato qualche riga sopra? Ci sono tutti gli elementi per dire che non si tratta di una moda passeggera ma di un fenomeno trasversale destinato a durare. A connettersi sono donne e uomini di tutte le età, con abitudini e interessi diversi, accumunati dall’uso (in alcuni casi spasmodico) dei social.
Come puoi pensare di interagire con loro senza connetterti?
Come puoi pensare di sfuggire a un futuro già presente?
Combattere il cambiamento è un po’ come battersi contro i mulini a vento: alla fine dello scontro in un modo o nell’altro si è destinati a uscire perdenti.
L’elenco telefonico cartaceo, il fax, il telefono startac, il videoregistratore vhs stanno per fare ufficialmente ingresso nel museo dei reperti archeologici. Se qualcuno 20 anni fa ci avesse detto che avremmo smesso di utilizzarli ci saremmo fatti una sonora risata. Eppure in poco tempo ci siamo abituati a cercare numeri di telefono su internet, a comunicare inviando mail o messaggi  whatsapp, a navigare tramite dispositivi mobili e a guardare film grazie alle smartTV.
Anche la resistenza verso i canali social, almeno quando si è a capo di un’azienda, deve essere per forza di cose superata. Adattarsi è la chiave del successo perché, come disse Charles Darwin: “non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere ma quella che si adatta meglio al cambiamento”
2. PERCHÉ IN MODO RAPIDO PUOI RAGGIUNGERE I TUOI CLIENTI ATTUALI E POTENZIALI.

Il web in generale e i social in particolare sono in grado di abbattere tutte le barriere spazio temporali esistenti e di raggiungere con un semplice click un grande numero di utenti.
Puoi farlo:
– pubblicando in modo gratuito contenuti (immagini, video e testi)
– facendo inserzioni sponsorizzate a pagamento
È sulla possibilità di farlo in modo gratuito che voglio mettere l’accento. Prima dell’avvento dei social network solo le persone benestanti o le aziende strutturate potevo avere successo, perché per comunicare era necessario pagare sempre e comunque. Un prodotto eccezionale o un talento straordinario se non erano supportati da sufficienti risorse economiche erano purtroppo destinati a non decollare/emergere. I social network sono invece democratici. A prescindere dai mezzi, dall’esperienza e dalla provenienza, chi ha un’idea rivoluzionaria da mettere in pratica o chi vuole semplicemente raccontare il lavoro che svolge da anni, può farlo senza spendere un centesimo.
3. PERCHÉ PUOI COMUNICARE E MIGLIORARE IL POSIZIONAMENTO DEL TUO ISTITUTO.
La comunicazione on-line (web) e off-line (cartacea) che fai per l’attività del tuo centro estetico deve sempre essere coerente con la specializzazione che hai scelto di seguire. Questo significa che non puoi utilizzare in modo selvaggio la pagina aziendale che hai creato, pubblicando:
contenuti che non hanno alcuna attinenza con il lavoro che fai. Quello che comunichi deve ribadire il posizionamento del tuo centro estetico.
contenuti che danno l’impressione che nel tuo istituto si faccia “tutto per tutti”. Non puoi parlare un giorno del viso, il giorno dopo del corpo, il giorno dopo ancora delle unghie, poi dei piedi, poi del trucco e via dicendo.
In entrambi i casi attireresti solo clienti che non sono in target. La tua specializzazione è il viso? Le immagini/video che pubblichi e il contenuto dei post che scrivi dovrebbero parlare quasi esclusivamente:
– dell’acne, del rilassamento dei tessuti, delle macchie cutanee, della disidratazione …
– di come puoi prevenire e risolvere questi problemi
– dei risultati che ha ottenuto chi si è affidato a te
– di come ti formi per essere sempre aggiornata
La tua specializzazione è il dimagrimento? Le immagini/video che pubblichi e il contenuto dei post che scrivi dovrebbero parlare quasi esclusivamente:
– dell’alimentazione, della cellulite, dell’adipe localizzato, della perdita di tono muscolare …
– di come puoi prevenire e risolvere questi problemi
– dei risultati cha ha ottenuto chi si è affidato a te
– di come ti formi per essere sempre aggiornata
Spesso aprendo Facebook vedo contenuti che sono in completa contraddizione con il posizionamento che l’istituto di bellezza vorrebbe occupare nella mente del consumatore finale. Estetiste che vorrebbero diminuire il numero dei servizi base a favore dei trattamenti, ma che continuano a pubblicare quasi esclusivamente foto di mani a cui hanno appena fatto la  manicure. Come si può diventare agli occhi delle clienti “esperte in trattamenti viso anti-age” se le uniche foto postate sono quelle che mostrano quanto si è brave a fare ricostruzioni e a seguire i trend di colore del momento?
4. PERCHÉ SE CERCHI PERSONALE PUOI ATTIRARE I TALENTI MIGLIORI.

I social sono una vetrina da usare non solo per raggiungere nuovi clienti o per fidelizzare quelli già acquisiti, ma anche per attirare i talenti migliori nel momento in cui si è alla ricerca di personale. Nell’articolo che ho scritto sul processo di recruitment ho parlato di quanto sia importante “l’employer branding”: per trovare il dipendente perfetto bisogna avere una buona reputazione e questa va costruita anche attraverso la comunicazione sui social.

Il profilo che andiamo a creare non è altro che lo specchio della nostra attività e scegliendo immagini/colori/argomenti raccontiamo non solo quello che facciamo, ma anche i valori in cui crediamo.
5. PERCHÉ PUOI INFLUENZARE LE DECISIONI D’ACQUISTO DEGLI UTENTI E RICEVERE IMPORTANTI FEEDBACK
Pubblicando contenuti mirati puoi invogliare le persone non solo a venire nel tuo istituto, ma anche a richiedere un certo tipo di trattamento o servizio.
Se i tuoi post nell’ultimo mese hanno parlato:
– di quanto sia importante, dopo l’esposizione solare, far recuperare alla pelle del viso il giusto livello di idratazione
– degli inestetismi che potrebbero comparire trascurando la pelle
– dei trattamenti ad hoc che hai messo a punto e dei risultati che le tue clienti sono riuscite a ottenere affidandosi a te.
Con buona probabilità ti verranno chieste informazioni a riguardo e arriveranno clienti che, già sensibilizzate al problema, si mostreranno interessate a sottoporsi ai trattamenti che offri.

Inoltre grazie ai social puoi avere con le tue clienti un continuo scambio di opinioni e conoscere il loro grado di soddisfazione rispetto al lavoro che svolgi o rispetto a una particolare iniziativa che hai promosso.
L’ ABC PER GESTIRE IN MODO CORRETTO LA PAGINA AZIENDALE
a. PUBBLICA CONTENUTI IN MODO REGOLARE
Bisogna essere social, è vero. Ma non c’è niente di più triste che vedere una pagina in cui l’ultima pubblicazione risale a 6 mesi prima. Anche per la gestione dei profili vale la regola: “le cose o si fanno bene o non si fanno affatto” quindi, piuttosto che tenere in vita una pagina abbandonata, meglio far perdere definitivamente le tracce della propria attività sul web. Pubblicare contenuti in modo regolare è uno dei principi base da seguire per coinvolgere gli utenti e per ottenere un buon riscontro dall’uso dei social.
Una regola universale relativa al numero di pubblicazioni non esiste, perché bisognerebbe considerare il tipo di settore e le caratteristiche degli utenti con cui vogliamo comunicare.

Di certo se postare contenuti in modo sporadico è sbagliato, è sbagliato anche farlo in maniera incessante.
In linea di massima è consigliabile pubblicare su Facebook dai 2 ai 5 post a settimana, su Instagram essere presenti con 1 o 2 post al giorno.   Definisci quindi un calendario delle pubblicazioni che vuoi fare e programma l’uscita automatica dei post, perché tra un impegno e l’altro potresti dimenticarti di farlo … Facebook o Instagram invece no!
b. SCEGLI IL GIORNO E L’ORA MIGLIORI PER PUBBLICARE CONTENUTI
Definire il momento perfetto non è possibile, ma dalla rete arrivano alcune utili indicazioni a riguardo.
FACEBOOK:  la fascia oraria migliore per postare sembra essere dalle 13.00 alle 16.00 e i giorni migliori della settimana sembrano essere il sabato e la domenica. Anche il venerdì registra delle ottime performance perché le persone sono felici e ben disposte d’animo.
INSTAGRAM: la fascia oraria migliore per pubblicare su Instagram è dalle 8.00 alle 9.00 e dalle 17.00 alle 21.00. Gli utenti lo utilizzano in maniera costante, si registrano soltanto leggere variazioni la domenica (calo) e il lunedì/giovedì (crescita).
c. ATTENTA AGLI SCATTI CHE POSTI: “LA MACCHINA FOTOGRAFICA NON FA IL FOTOGRAFO”
Se vuoi essere presente in modo costante sui social e se vuoi farlo senza investire soldi, di certo non puoi affidarti a un fotografo professionista.

Seguendo alcune accortezze puoi però postare degli scatti fai da te che siano accettabili:
– gli smartphone di ultima generazione vanno più che bene per fare foto di alta qualità
– lo stile che scegli, i colori del filtro che usi, gli oggetti di sfondo di cui ti circondi dovrebbero essere una costante. Solo così puoi creare la tua “Visual Identity”!
– semplice è meglio. Una foto con un’accozzaglia di elementi rende poco riconoscibile la tua attività e finisce per creare solo confusione nella testa degli utenti.
– devi accompagnare ogni singola foto con una didascalia, più o meno lunga.
– chi ti segue vuole vedere il tuo viso, devi metterci quindi la faccia!
RICORDA QUINDI CHE …
1. Almeno per la tua attività devi imparare a essere social perché le possibilità che la rete offre sono infinite anche quando le tue risorse sono molto limitate!
2. Qualità e pertinenza sono sicuramente le caratteristiche che rendono vincenti un contenuto.
3. Quando parli di un argomento devi imparare a farlo ragionando da pesce e non da pescatore. Pensa a quali sono i problemi dei tuoi clienti potenziali o acquisiti, parlane, sollecita la loro ansia e racconta come puoi risolverli.
4. Indipendentemente dalla lunghezza del post e dal tipo di pubblicazione, se parli a un pubblico in target con la tua attività, il contenuto del messaggio sarà letto.
Supponiamo che tu abbia la fobia dell’aereo, scommetto che se collegandoti a Facebook trovassi un post intitolato “I 10 step da seguire per non avere più paura di volare”, lo leggeresti senza badare alla lunghezza del testo!
COSA ASPETTI? BUONA CONDIVISIONE!

Lascia un Commento

Top